Upskill4.0 logo

Nuove soluzioni tecnologiche per le malattie del nocciolo

L’azienda agricola Angelo Arlandini nasce 80 anni fa da Giacomo Arlandini, che acquista una corte dell’800 sulle colline del Monferrato, in provincia di Alessandria.

Angelo Arlandini, dopo il pensionamento, riprende l’attività, passando dalla coltivazione di cereali alla coltivazione di nocciole.

Riccardo Antonuccio, nipote di Angelo Arlandini, si unisce all’azienda, contribuendo sia nei campi che nella gestione aziendale. L’azienda ora si estende su 30 ettari dedicati solo alle nocciole, con un focus sull’innovazione e la crescita sostenibile.

La sfida progettuale pensata dal team Upskill 4.0 con l’azienda è sviluppare soluzioni tecnologiche per affrontare problematiche di produzione legate a malattie delle piante di nocciolo e inefficienze di irrigazione. La proposta potrebbe essere estesa ad una rete di aziende produttrici del territorio in modo da estendere l’impatto positivo creato.

Gli studenti dell’ITS Biotecnologie Piemonte con la project manager Tiziana Obici hanno realizzato un robottino che distribuisce un mix di oli naturali e caolino, due prodotti già in utilizzo separatamente ma mai in combinazione, che rispettano il disciplinare e che impediscono l’attecchimento ed allo stesso tempo la repulsione del parassita della pianta.

Il progetto fa parte della seconda edizione di Upskill Piemonte, iniziativa promossa da Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, Upskill 4.0 e UniCredit, per ridurre lo skill mismatch giovani-imprese.

Vuoi saperne di più sul progetto? Scrivici alla mail info@upskill40.it