Upskill4.0 logo

Una capsule collection 100% biodegradabile per Tabinotabi Venezia

Tabinotabi è un punto vendita di abbigliamento a Rialto, nel cuore di Venezia, che produce e vende abiti realizzati utilizzando SeaCell, una fibra tessile innovativa, biodegradabile e certificata ricavata dalle alghe seguendo un processo produttivo attento all’ambiente.



La sfida progettuale pensata dal team Upskill 4.0 in collaborazione con l’imprenditrice Alessandra Defranza di Tabinotabi è aiutare l’azienda a sviluppare un progetto di ricerca e sperimentazione su filati e tessuti in puro SeaCell o mista ad altri tessuti, realizzando una capsule collection interamente compostabile, che sapesse coniugare estetica e vestibilità con i valori legati alla sostenibilità ambientale. La collezione doveva poi essere supportata da uno storytelling che valorizzasse l’identità del brand, servendosi anche dei nuovi canali di comunicazione.

L’obiettivo principale era creare capi 100% compostabili adatti a più stagioni, dall’inverno all’estate. 

Per prima cosa Alessandra Defranza è stata a Biella a visitare i laboratori dell’ITS e a conoscere gli studenti. I ragazzi sono stati poi a Venezia per toccare con mano i tessuti e i filati realizzati, e valutare il contesto straordinario in cui vengono venduti.

Il progetto è durato sette mesi e sono state fatte circa 100 ore di formazione, tutoraggio e di condivisione dei risultati attraverso il Design Thinking.

Grazie agli strumenti del Design Thinking, durante la fase di empatia, gli studenti hanno intervistato consumatori e professionisti del settore e hanno riscontrato che il consumatore finale spesso si trova a scegliere un capo basandosi su informazioni incomplete che non rispecchiano la reale qualità del prodotto. Nella fase di Ideazione grazie allo strumento del brainstorming gli studenti hanno cercato soluzioni per comunicare in maniera efficace il valore dei capi proposti per educare il cliente e responsabilizzarlo nell’acquisto.

Con il supporto di Elena Masi, project manager di Upskill 4.0 e Giovanna Calogero, la coordinatrice del progetto per l’ITS TAM, il prototipo realizzato alla fine del progetto Upskill Venezia è una capsule collection “Il mare sulla pelle” formata da 12 capi 100% compostabili, in SeaCell mista ad altri tessuti, come la lana e bottoni in legno.

Il progetto realizzato è piaciuto così tanto che a pochi giorni dalla presentazione della capsule collection, alcuni capi realizzati sono già in vendita nel negozio di Tabinotabi a Rialto.

La project manager Upskill 4.0 che ha seguito il progetto è Elena Masi.

Ascolta le parole di Alessandra Defranza

Tabinotabi ha inviato la sua domanda per partecipare ad Upskill Venezia, iniziativa realizzata dalla Fondazione di Venezia in collaborazione con Upskill 4.0, con il sostegno delle Università veneziane Ca’ Foscari e IUAV e con il patrocinio di Confindustria Venezia e della Camera di Commercio di Venezia Rovigo

L’azienda è stata selezionata per partecipare al progetto; per rispondere ai suoi bisogni il team Upskill 4.0 ha ingaggiato l’I.T.S. per le Nuove Tecnologie per il Made in Italy: sistema Tessile, Abbigliamento e Moda (TAM) di Biella.

Vuoi saperne di più sul progetto? Scrivici alla mail info@upskill40.it